Pro loco di tarzo

.... solidarietà cultura sport e divertimento ! ! !

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home

Camminata lungo la "Via dei Murales"

E-mail Stampa PDF

Villa RossiFoto della Passeggiata.

Domenica 10 ottobre 2010 alle dieci del mattino siamo pronti per la camminata lungo la "Via dei Murales" qualche minuto di attesa e poi in marcia.
La visita inizia dal borgo di fratta ed in particolare dal cortile superiore di Villa Rossi, una villa veneta appartenuta alla famiglia Rossi  che, come spiega  Luciano Piaia presidente della ProLoco di Tarzo e in questa occasione guida, ha avuto un ruolo importante nello sviluppo della borgata.
Proseguendo si arriva
nel cortile successivo in cui è presente un affresco, di autore ignoto, risalente al 1500.


La tappa successiva è la chiesetta di Fratta, al suo interno abbiamo potuto ammirare gli affreschi riportati alla luce durante i lavori di manutenzione intrapresi negli anni 90. Purtroppo durante i lavori di ampliamento della chiesetta, nel 1700, gli ffreschi laterali sono stati gravemente mutilati per inserire dei cornicioni.chiesetta di Fratta

 

camminata sulla via dei muralesAll'esterno della chiesetta incontriamo il primo murales, è la raffigurazione di San Martino patrono appunto della frazione di Fratta. L'artista ha utilizzato la tecnica dell'affresco cercando di trasmetterci il senso di un'immagine ritrovata a seguito di un restauro come è avvenuto per gli affreschi della chiesa.

Poco lontano, nella strada sotto la chiesa, ci fermiamo per ammirare il secodno murales, si tratta della storia del "Mazariol" questo murales, ci spiega Luciano, è realizzato con colori acrilici. Continuando lungo la strada arriviamo al terzo murales presente nella frazione di Fratta che ci presente una delle attività a cui erano dediti gli abitandi della frazione: la lavorazione delle cannelle.

Torniamo verso lachiesetta di Fratta e proseguiamo per Colmaggiore con una breve sosta nel cortile inferiore di "Villa Rossi" a cui si accede da un bel portico. Le abitazioni presenti nella corte interna nel corso del tempo hanno subito parecchie ristrutturazioni ed ora mantengono solo pochi tratti del'originaria struttura.

Graffito GravaA Colmaggiore iniziamo la visita dai murales posti ad est della frazione, da quello che è forse il punto di accesso più agevole, si può infatti lasciare l'auto nel vicino parcheggio del "va dee femene" che è poco lontano. Vediamo per primo l'ultima opera realizzata, si tratta di un graffito realizzato dal Maestro Giuseppe Grava ed inaugurato ieri pomeriggio. L'opera è un omaggio ai 40 anni della festa della castagna e raffigura, oltre a delle castagne, uno scorcio di Colmaggiore con una delle fontane recentemente restaurate dagli amici dell'associazione "Va dee femene".
A pochi passi c'è un'altro grande murales realizzato da Gabriele Cattarin, l'opera é realizzata con colori acrilici e rappresenta la bottega del casoin.
Riprendiamo in direzione di fratta per fermarci nella "piazzetta" di Colmaggiore, in questo slargo è presenta una bella fontana a cui le famiglie venivano ad attigere l'acqua sia per l'uso domestico che per l'abbeveraggio degli animali. Il murales rappresenta un tratto di vita contadina e ivari utilizzi dell'acqua della fontana, vediamo le mucche e gli animali da cortile e le donne che "col bigol" andavano ad attingere l'acqua; è stato realizzato da Franco Corrocher con la tecnica dell'affresco.

L'ultimo murales è poco distante ed è stato inaugurato quest'estate, durante la festa dell'Emigrante. L'artista è Loris Giotto e la tecnica è quella dell'affresco; in 24 riquadri è rappresentato il ciclo del baco da seta, i "cavalier" il cui "allevamento" ha rappresentato, fino alla fine degli anni 50, una fonte di reddito per i nostri contadini.

Siamo quindi rientrato allo stand della ProLoco dove abbiamo pranzato.

Ultimo aggiornamento Lunedì 11 Ottobre 2010 23:10  
 32 visitatori online

Scorci di Tarzo

Dai giornali

Copyright © 2009 prolocotarzo.com. Tutti i diritti riservati.