Pro loco di tarzo

.... solidarietà cultura sport e divertimento ! ! !

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Manifestazioni Attività Culturali Cineforum 2010 2^ edizione

Cineforum 2010 2^ edizione

E-mail Stampa PDF


Cineforum Tarzo – Seconda edizione


Anche quest’anno la ProLoco di Tarzo, attenta come sempre alle problematiche culturali del territorio, si è attivata per dare il via alla seconda edizione del Cineforum su "L'Ambiente, come luogo dell’esperienza”.

Questo evento si è concluso con l’ultima proiezione di Venerdì 21.05.2010.

La scelta del tema era particolarmente indicata per rappresentare quali dinamiche intervengono sia nei rapporti tra la persona e il mondo che la circonda, e sia ciò che accade all’interno dell’individuo nei suoi rapporti con se stesso.

Pure se il taglio di lettura era specificatamente psicologico (a commentare i film si sono alternate quattro psicologhe), i film proiettati hanno permesso di dare degli sguardi anche all’attualità, ad altri campi del sapere, come si è sperimentato attraverso gli interventi del pubblico che è stato molto attivo e partecipe.


Infatti, la possibilità di poter esporre i personali punti di vista alla fine di ogni proiezione, sotto la guida di un conduttore, permette di arricchirne la visione con ulteriori sguardi  e tutto ciò rende il film qualche cosa di ‘vivo’, la cui esperienza rimane impressa e più chiara.


Anche in questa situazione di Cineforum, si crea dunque un ‘Ambiente Culturale’ in cui vengono gettate delle stimolazioni, dei ‘semi’ che possono essere coltivati e fatti crescere da quelle ulteriori iniziative che abbiano per scopo di allargare la conoscenza di sé e del mondo.


I film che quest’anno si sono proiettati sono stati: “La morte sospesa”, “Rosso come il cielo”, “ Il giardino di Limoni” e “The Truman Show”.

In queste proiezioni, pur trattando di contesti diversi, si è potuto anche intravedere un ulteriore filo conduttore che le accomunava, e cioè il “limite” come condizione posta dall’ambiente e dalle situazioni che si vengono a creare. Attraverso i complessi rapporti di identificazione che ogni visione di film sollecita, è stato possibile entrare in contatto emotivo con le esperienze dei protagonisti, con il loro porsi nei confronti di questi limiti; vedere come li hanno potuti affrontare e superare, la sfida che hanno messo in atto attingendo dalle proprie risorse interiori.

L’interessante discussione con il pubblico è servita infine a cogliere meglio come l’ambiente possa attivare  le nostre risorse interiori, le possa sviluppare o reprimere, arrivando a concludere che il paesaggio esterno contribuisce alla coloritura del paesaggio interiore e viceversa.


Gianna Albertin, Rita Simonitto

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Dicembre 2010 20:30  
 28 visitatori online

Scorci di Tarzo

Dai giornali

Copyright © 2009 prolocotarzo.com. Tutti i diritti riservati.